La nostra storia - Villaggio del presepe vivente di Pedemonte VR

Vai ai contenuti

Menu principale:

La nostra storia


Chi siamo

Ci troviamo in Valpolicella, vallata a nord di Verona famosa per i suoi vini Amarone e Recioto, ma anche per l'estrazione e la lavorazione del marmo, tipico quello Rosso appunto di Verona. Il nostro gruppo è sorto nel 2001 in seno e per desiderio della Parrocchia di Pedemonte (VR) ed è entrato a far parte delle tante associazioni di volontariato del paese, diventando via via sempre più numeroso e manifestando con il tempo una propria autonomia di scelte e gestione.
Ne fanno parte bambini, giovani, mamme e chiunque abbia voglia e desiderio di rendersi utile, guidati da alcune persone più “carismatiche” che provvedono di volta in volta ad organizzare e distribuire mansioni secondo le necessità del momento.


Com' è fatto


Nel nostro presepe, i figuranti sono sempre presenti, non vi è una recita ad orari prefissati, ma "un'esposizione" stabile con persone ed animali che rimangono al loro posto per tutta la durata della manifestazione (circa 3/4 ore).

La struttura

Ogni due anni la struttura costruita con materiali di recupero donati da generosi benefattori, viene montata nell’ambito del suolo parrocchiale, unico problema il deposito di tale impianto che per difficoltà legate al magazzinaggio deve sempre essere smontato pezzo per pezzo e sistemato in luoghi di fortuna, in assenza di siti appositamente attrezzati di cui siamo ancora alla ricerca.



Antichi mestieri


Il villaggio del presepe, compatibilmente con le risorse disponibili, cerca ogni anno di inserire nella propria "architettura" novità nella costruzione e nella rappresentazione di “mestieri antichi” per dar modo, ai giovani, di vedere all’opera, attività basilari della nostra civiltà rurale del passato, che sono per essi sconosciuti o mai visti in prima persona.



Gli animali


Non mancano nel nostro piccolo “paese” gli animali da cortile, elemento essenziale per la gioia dei piccoli che rimangono sempre affascinati ed attratti da questi semplici esemplari che sono anch'essi parte integrante della vita delle nostre “corti“ di un tempo.



Concludendo....


Ma lo scopo principale di questa nostra attività come ben si può intuire, è soprattutto quello di svolgere, attraverso un allestimento prettamente scenografico, una funzione di coinvolgimento e meditazione della Comunità sullo spirito Glorioso del Natale e del suo inesauribile ed inestimabile Messaggio, riuscendo anche, come effetto secondario ma non per questo meno importante, di riunire in una festosa opera di socializzazione partecipanti e visitatori diventando qualcosa di singolare ed unico.
Pertanto, se dal nostro lavoro trasparirà qualcosa di realmente buono, sarà certamente frutto della gioia e della soddisfazione con la quale tutti noi prendiamo parte a questo evento, e che speriamo si possa diffondere alla stessa maniera a tutti coloro che vorranno essere partecipi alla nostra Raffigurazione.


Tutti pronti all'apertura del presepe
Materiale di recupero per la costruzione del paesello
 
 
Gli animali da cortile, vera attrattiva per i bimbi
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu